Fondazione Napoli Novantanove
 

Convegni

Napoli aragonese un mito per la cittÓ futura

Napoli, Villa Pignatelli Cortes

7 - 8 novembre 1986

 

 

Napoli aragonese, in pieno '400, fu città d'arte, cosmopolita, una capitale tra le più splendide di Europa che diede vita ad un equilibrio tanto grandioso e irripetibile, quanto difficile e di breve durata. Rileggere oggi le tracce di quella civiltà non è solo un esercizio di memoria storica, un viaggio nel passato; è anche un'occasione di confronto col presente, piena di suggestioni, un modo di riviverla come modello per la città futura.

Under Aragonese rule in the fifteenth century Naples became a flourishing and cosmopolitan centre of the arts and one of the most splendid capital cities of Europe. For a short and sometimes difficult period its civilisation reached a peak of stability which could not thereafter be maintained. To try to uncover the traces of that civilisation today involves not only a process of historical reconstruction, a journey into tha past, but also the opportunity to make fruitful comparison with the present and to gauge its significance as a model for the future.

 

Sono intervenuti:

Collège de France

Maurice Aymard

Maison des Sciences de l'Homme

Armando Petrucci

Università di Roma

John Pope-Hennessy

F.B.A.

Ferdinando Bologna

Università di Roma

Cesare De Seta

Università di Napoli

Nicola Spinosa

Soprintendente per i Beni Artistici e Storici di Napoli

Paolo Amalfitano

Fondazione Napoli Novantanove

Paolo Leon

Associazione per l'economia della cultura

Giulio Carlo Argan

Università di Roma

Andrea Emiliani

Soprintendente per i Beni Artistici e Storici di Bologna

Antonio Fantini

Presidente della Giunta Regionale della Campania

Vincenzo Giustino

Vice presidente Confindustria

Giovanni Romano

Soprintendente per i Beni Artistici e Storici di Milano

Mario Valentino

Amministratore Delegato Mario Valentino S.p.A.

Gianni De Michelis

Ministro per il Lavoro e la Previdenza Sociale

Salverino De Vito

Ministro per il l'intervento straordinario nel Mezzogiorno

Giuseppe Galasso

Sottosegretario per i Beni Culturali e Ambientali

Cesare Romiti

Amministratore Delegato Fiat